LUCERNA, nel cuore della svizzera

LUCERNA, nel cuore della svizzera

Abbiamo iniziato il nostro viaggio quì,poi abbiamo attraversato questa famosa regione ,infine abbiamo ascolato il canto di un albero animato. Oggi, ci troviamo a Lucerna ed è la nostra ultima tappa di questo viaggio alla scoperta della Svizzera.
Lucerna è una città incantevole ed elegante, preserva ancora un’immagine medioevale molto forte.
Noi abbiamo scelto un’alloggio nella città vecchia, non solo per essere vicini ai maggiori monumenti della città ma anche per respirare questa aria medioevale ed entrare a fare parte della vita più tranquilla della città.
Le antiche case con ornamenti ed affreschi fanno da palcoscenico ad alcune piazze pittoresche nel centro storico.

Il nostro Hotel si trova in Weinmarkt, che è la piazza principale dell’antica Lucerna dal 1300. Dopo una buona dormita ed una abbondante colazione partiamo per la nostra visita alla città.
A Lucerna c’è “il più commovente pezzo di pietra del mondo” così definì il Leone morente, il grande scrittore Mark Twain.


Questo monumento che esercita anche in noi un’inspiegabile suggestione nell’animo fu scolpito in ricordo dei mecenati svizzeri morti nel 1792 alle Tuileries.
Se si è a Lucerna, come non fare qualche fotografia al monumento simbolo di Lucerna se non addirittura della Svizzera, il Kapellbrucke.

Un ponte in legno del trecento facente parte delle fortificazioni cittadine, come protezione da incursioni esterne. Lo percorriamo osservando la bellissima vista dai suoi vari punti panoramici.


Il ponte è stato completamente ricostruito dopo un’incendio nel 1993, alcune tavole in legno portano ancora i segni di quella notte. Circa a metà del ponte si trova la torre dell’Acqua(Wasserturm), costruita verso il 1300 è a forma ottagonale alta 34 metri.


In passato è stata usata come archivio, tesoreria, prigione e cella per le torture.
A Lucerna c’è poi un’altro ponte molto conosciuto ,il Spreuerbrucke, anche questo un ponte in legno coperto. Questo ponte fu costruito nel 1408., ed anche questo ponte faceva parte delle fortificazioni della città. Viene anche chiamato ponte della crusca, perchè soltanto da questo ponte si poteva gettare nel Reuss crusca e fogliame.

Alla sera si sa, i bambini mangiano presto, e le sedute al tavolo durano veramente poco, quindi dopo cena decidiamo di fare delle passeggiate per ammirare la città alla luce della luna o delle luminarie natalizie.




La città ha un fascino indescrivibile e notiamo dei particolare che di giorno ci erano sfuggiti. Al suono solo dei nostri passi notiamo infatti questo bellissimo edificio che ospita un’ antica farmacia.


Andiamo anche al mercatino di Natale , molto suggestivo visto a quest’ora,


e Sofia fa qualche giro sulla giostra dei cavalli.

Una sera ci imbattiamo casualmente in un corteo molto folcloristico, fra qualche giorno infatti è San Nicola, Samichlaus nella Svizzera tedesca e Saint Nicolas in quella francese. Domani è il 5 di Dicembre, in Svizzera si festeggia con la tradizionale “caccia a San Nicola”.

San Nicola alla fine di un lungo corteo attraversa camminando i villaggi, scortato dagli assistenti, gli schmutzli (specie di spazzini),


personaggi vestiti di nero con il viso sporco di fuliggine, con un bastone (rute) ed un sacco di juta pieno di regali. Guai a trovarvi lungo il loro cammino, ecco cosa rischiate……

Ad annunciare ai bambini l’ arrivo di San Nicola, sono i “cacciatori” (klausjager),

uomini possenti in lunghe camicie bianche da contadino che portano grossi campanacci da mucca legati in vita. All’arrivo nella casa di un bambino, se questo sarà stato bravo gli verà dato un regalo, in caso contrario riceverà raccomandazioni e la promessa di esserlo per l’anno venturo. Gli Schmutzli, hanno il compito di spaventare tutti bambini che durante l’anno si sono comportati male.
La parata dura svariate ore, fino a notte inoltrata, in lontananza si sente il ritmo incessante dei campanacci, man mano che il corteo si avvicina il rumore aumenta di intensità per poi calare nuovamente….. dopo pochi minuti il corteo probabilmente passa da una stradina adiacente al nostro Hotel ed il rumore è nuovamente forte……ci addormentiamo così, come un rintocco scandito da campane.
Provati da noi:

Dove dormire:

Best Western Hotel Krone

Weinmarkt 12
6004 Luzern
tel 0041 41 419 44 00
fax 0041 41 419 44 90
Dove mangiare:
Pizzeria Spaghetteria Ristorante Valentino
Metzgerrainle 3
6004 Luzern
Tel 041 410 31 93
Fax 041 410 32 05Noi non amiamo mangiare cibo italiano all’estero, ma da quando è nata Sofia (ora ha due anni), dobbiamo accettare dei compromessi e farle mangiare anche cibo di “casa”. Questo ristorante è gestito da italiani e la sua cucina è ottima.
Restaurant TAUBER
Burgerstrasse 3 6003 Luzern
Tel 0412 100 747
Fax 0412 109 747
Ulteriori informazioni:
Un modo diverso e slow di visitare la Svizzera è con il treno a vapore guardando quìtrovate le informazioni necessarie.

Potrebbero interessarti: