PENNABILLI, festival degli artisti di strada

Pennabilli, un paesino immerso nelle colline dell’ Alta Valmarecchia ,quì vive e lavora Tonino Guerra, dando vita ai “luoghi dell’anima” cioè , sette musei all’aperto che si snodano tra le vie del borgo di Pennabilli. Un’ invito a rallentare e soffermarsi a pensare o ad osservare,lasciarsi trasportare dalla curiosità e dalla scoperta. Come nella strada delle meridiane…..che percorre il centro storico o l’orto dei frutti dimenticati che raccoglie le specie scomparse di alberi da frutto del luogo o ancora, il santuario dei pensieri,un giardino per la meditazione ed il dialogo interiore…..In questo borgo ricco di storia tra i due colli dai nomi curiosi di “Penna” e di “Billi”, ogni anno si riuniscono buskers provenienti da ogni parte del mondo per il festival degli artisti di strada giunto quest’anno alla 15° edizione. In questo bellissimo paese, quest’anno siamo andati anche noi ed abbiamo passato una divertentissima ed esilarante giornata all’insegna dell’allegria e delle risate .
Mentre in una piazzetta gremita di gente, assistiamo all’assurdo spettacolo di Dado un clown canadese, in lontananza si sentono le risate probabilmente di un’altra esibizione,il clown
incita il pubblico a chi appaude più forte con poco ne esce una gag divertente ed inaspettata….Poco distante, in una piccola piazzetta si esibisce un’altro clown questa volta argentino,Eteclown. E’ un clown-mimo con una vocetta strana ,la sua è un’interpretazione improvvisata ma molto coinvolgente.
Tra cl
own, giocolieri,maghi, musicisti di strada,ci siamo trovati immersi nel mercatino del solito e dell’ignoto dove abbiamo fatto amicizia con una ragazza che realizzava oggetti in ceramica Raku e S. ha realizzato con la creta un oggetto da portare a casa, in una bancarella abbiamo poi trovato dei cappelli da strega e da elfo molto divertenti…Verso sera tutti a naso in su per l’evento più atteso della giornata, l’esibizione del Funambolo Andrea Loreni che ha compiuto una spettacolare traversata su corda dal colle di Penna a quello di Billi ad un’altezza di 90 metri.Questo nostro viaggio nel magico universo degli artisti di strada, è oramai giunto al termine peccato non poter rimanere la sera dove avremmo potuto assistere alle esibizioni dei “mangiafuoco”sarà per il prossimo anno.
Ricordate lasciando qualche euro di mancia all’artistra che si è esibito contribuirete a far rivivere le emozioni che avete provato, a qualcun’altro!
Informazioni pratiche:
Artisti in piazza edizione 2011,1-2-3-4-5- Giugno
Pennabilli è una città medioevale dell’entroterra Riminese,nella regione storica del Montefeltro.Pennabilli si trova al confine tra Marche e Toscana nella comunità montana Alta Valmarecchia.
Se arrivate in auto potete parcheggiare nel parcheggio a pagamento costo (1 euro), la sosta è consentita anche ai caperisti. Durante il festival vengono allestiti vari punti ristoro.
Prossimi appuntamenti in Italia:
Ferrara Buskers Festival 2011

Potrebbero interessarti: