Come fotografare i bambini in vacanza

Come fotografare i bambini in vacanza

Una bella novità per il nostro blog completamente rinnovato,  da domani infatti ogni settimana ci sara’ una nuova rubrica, ” Come fotografare i bambini in vacanza“.

Ci aiutera’ in questa impresa Cinzia , del blog Ballando con Sofia.

Unamammaperfotografa

Ho conosciuto Cinzia in questi anni, ed ho visto nascere il suo blog di Fotografia , una mamma per fotografa , che invito tutti ad andare a vedere . Cinzia e’ mamma di due splendide bimbe ed ha una smisurata passione per la fotografia dei bambini.  Chi meglio di lei quindi, per aiutarci  con tecniche , accorgimenti, suggerimenti, trucchi ed idee , a fotografare al meglio i nostri bambini in vacanza e nel tempo libero, un semplice mini-corso  fotografico alla portata di ogni  mamma o papà .  Le fotografie sono importanti perchè ad  ogni ricordo che negli anni svanirà avrete una fotografia da riguardare insieme per ricordarlo , ma anche  una bella eredità da lasciare ai vostri bimbi.

In attesa del suo primo post che sarà on line domani, le facciamo qualche domanda per conoscerla meglio, buona lettura!

Ciao Cinzia, quando e come è iniziata questa tua passione per la fotografia?

Innanzitutto ti ringrazio, Roby, per darmi questa stupenda possibilità di raccontarmi attraverso le tue pagine. Il tuo è uno dei blog che ho iniziato a seguire fin dall’inizio e non ho più smesso di leggerti! Quando mi hai proposto di scrivere per il tuo blog mi sono sentita davvero molto onorata! Inutile dire quanto io sia felice e soprattutto emozionata per questa nuova collaborazione, mi auguro di cuore che i tuoi lettori siano contenti di questa nuova rubrica.                                                                                                                                                                                Tornando alla tua domanda … Ho scoperto l’amore per la fotografia di neonati e bambini dopo la nascita di mia figlia Sofia. Come tutti i genitori anch’io cercavo di fermare il tempo immortalando ogni singolo attimo della vita del mio piccolo amore.

Dopo un po’ però ho cominciato a non accontentarmi più delle foto sfocate o buie o mosse che riuscivo ad ottenere con la mia macchina fotografica compatta e così ho acquistato la mia prima macchina digitale reflex, una Nikon D60. Ho frequentato subito un corso di fotografia ma mi sono resa conto che quello era solo l’inizio di un bellissimo viaggio che tuttora non smette di regalarmi emozioni.  Nel frattempo ho scoperto la fotografia dedicata a pance, neonati e bambini (un genere che negli Stati Uniti ha un grandissimo successo, lì per es. è la normalità farsi fotografare in dolce attesa e far fare un servizio fotografico al nascituro tanto quanto qui da noi è normalissimo ingaggiare un fotografo professionista per le foto del proprio matrimonio) ed è scoccata subito la scintilla della passione.  Ho cominciato a frequentare forum, a leggere siti dedicati esclusivamente a questo genere di foto, a seguire le più grandi fotografe americane come per es. Tamara Lackey  e a leggere libri dedicati alla fotografia di neonati per poter imparare quanto più possibile.      Ho capito che è proprio questo il genere che mi piace e al quale appartengo: i neonati, i bambini, le mamme in dolce attesa e le famiglie. Sono questi i soggetti che mi danno emozioni, che mi commuovono e soprattutto mi divertono! Cerco di cogliere i bambini nella loro spontaneità e naturalezza, voglio che le mie foto siano semplici e al contempo esprimano la loro personalità, la loro gioia ed energia, oppure facciano trasparire la loro dolcezza e timidezza.

Ogni volta che consegno un fotolibro la ricompensa più grande è vedere la commozione gli occhi di mamma e papà mentre sfogliano le loro foto, per non parlare di quando entro in una casa e vedo le mie foto appese alle pareti … è una gioia immensa!                                                                                                                                                                                                                                                   Ora la mia fedele compagna è una Nikon D7000 e da poco ho scoperto gli obiettivi a focale fissa(come per es il 50 mm 1.8) , me ne sono letteralmente innamorata! Quello che ho imparato è che quando si ha a che fare con la fotografia non si ha mai finito d’imparare, difatti continuo a studiare e a leggere ogni giorno, ma soprattutto a scattare e fare servizi fotografici!

Dicci il tuo segreto, come riesci a conciliare gli impegni di mamma, con il tuo lavoro e la passione per la fotografia?

Ahahah! questa domanda mi fa davvero ridere perché questo è uno dei periodi in cui a volte mi sembra di non riuscire a fare niente! Non c’è davvero nessun segreto ma solo tanta passione. La macchina fotografica è sempre a portata di mano. Cerco di fotografare le mie bimbe nella quotidianità, in casa, al parco, in piscina ecc. Le foto per me devono raccontare la Vita quotidiana e non devono essere sempre necessariamente in posa. Per quanto riguarda invece la postproduzione quella la seguo soprattutto di notte, quando tutto è silenzio e io riesco a concentrarmi senza sentirmi chiamare “mammaaaaa” ogni 2 minuti. Quando non fotografo mi prudono le mani, per me fotografare è diventata un’esigenza come il bere e il mangiare! Cerco di riuscire a portare la macchina fotografica sempre con me, perché se è vero che molte foto le faccio con il mio I-Phone (vedi Instagram ) la qualità di una macchina fotografica vera e propria non ha ancora eguali!

Pensi di aver trasmesso alle tue bimbe il tuo amore per le foto?

Mah, è difficile dirlo ora! Quello che è certo però è Sofia mi chiede sempre più spesso la macchina fotografica per scattare, così tanto che ora, prima di partire per le vacanze, dovrò acquistarne una tutta per lei! È molto brava e se deve fotografare una persona le indica come deve mettersi, se deve girare la testa, alzarla, abbassarla insomma come una fotografa professionista! E’ lei che da due anni a questa parte ci immortala (me e papà) durante i nostri viaggi! Da qualche giorno poi anche Emma (2 anni e mezzo) sta cominciando a chiedere di tenere la macchina fotografica in mano … aiuto!

Un’ultima domanda, quali sono i tuoi trucchi preferiti  per fotografare le tue bambine?

Non ci crederai ma le mie figlie non amano farsi fotografare. Quando riesco ad ottenere uno scatto che io definisco “decente” sono felicissima perché davvero a volte non è facile (come dicevo a volte è più facile fotografare i bimbi degli altri che non i propri). Quando mi vedono con la macchina fotografica in mano di solito scappano, o si coprono il viso dicendo basta mamma! o fanno tutto a testa bassa. Poi giocando un po’, facendo un po’ di versi o cantando una canzone (che può andare da Fratelli d’Italia all’ultima hit imparata all’asilo) dimenticano la macchina fotografica e io riesco ad immortalarle. Ultimamente poi ho fatto un servizio fotografico a tutti i bambini della classe di Sofia per poter farne un fotolibro da regalare alla maestra come ricordo. Non ci crederai ma Sofia si è ingelosita moltissimo e ora ogni tanto mi chiede di farle delle foto … e io ne approfitto, no?!?

A domani dunque,   per la prima puntata del mino-corso per fotografare i bambini in vacanza, seguiteci!!!

 

 

 

Potrebbero interessarti: