Piramidi di terra del Renon

Le piramidi di terra sono divenute il simbolo dell’altopiano del Renon e non si può non visitarle anche perchè sono le più alte e le meglio conservate d’Europa.

Ma cosa sono e come si sono formate le piramidi? Una leggenda della zona di collepietra narra che qui una volta si estendeva un bellissimo prato, il quale per generazioni veniva lavorato dal contadino del maso „Dosser“ ed il ricavato era destinato a mantenere il parrocco del paese. Quando, nonostante ripetuti richiami da parte della parrocchia, un giovane contadino rifiutò di pagare il dovuto fitto, venne incaricato il tribunale di Collepietra a rilasciare un verdetto. In mancanza di documenti certi ed innanzi al giuramento del contadino, in mala fede, il prato venne attribuito al contadino. Depresso il sacerdote, soddisfatto l’avido contadino, tornarono a casa. Ma poco dopo nuvoloni neri coprirono il cielo e la luce del giorno si oscurò. Era imminente qualcosa di poco rassicurante. Ebbe inizio un diluvio; scoppiò una tempesta come non si era mai vista a Collepietra. La tempesta diminuì solamente verso il mattino e quando il contadino del maso „Dosser“ volle falciare l’erba fresca del prato, non credette ai suoi occhi: davanti a lui si era creato un abisso profondo dal quale si elevarono solamente alcune piramidi di terra. Dio fece giustizia, ma diversamente da come avrebbe pensato l’umanità………

Beh per noi grandi esiste anche una spiegazione scentifica: le piramidi sono costituite da materiale morenico risalente alla tarda era glaciale, trasportato dal ghiacciaio principale della valle d’Isarco e dai secondari ghiacciai locali. In condizioni asciutte questo materiale è solido come argilla ma appena entra in contatto con l’acqua (quando piove),si trasforma in una fanghiglia che viene facilmente lavata via.

La cosa curiosa è che il masso che sovrasta le piramidi come un buffo cappello, protegge l’alta colonna sottostante, riparandola dall’acqua e dall’erosione, in questo modo i pinnacoli raggiungono altezze di 30 metri; ma queste magiche piramidi non hanno però vita eterna e quando il cappello cadrà, in pochissimo tempo,come per effetto di una pozione magica , anche la piramide sottostante si scioglierà, ma dopo poco tempo si formeranno nuove piramidi!

Le piramidi di terra del Renon si possono vedere ad Auna di sotto, Longomoso, seguendo il sentiero blu numero 24,e Soprabolzano.

A Soprabolzano le piramidi sono visibili dalla funivia che collega Bolzano alla valle,in questo modo le potrete ammirare dal cielo e la vista vale veramente la pena, oppure le potete raggiungere anche a piedi sia da Costalovara che da Soprabolzano, in questo caso seguendo il sentiero tematico 23,
si attraversa un boschetto poi un prato ed ai margini del prato attraverso un cancelletto si prosegue il sentiero, poco dopo si scorgono tra gli alberi le prime piramidi che sembrerà di poterle toccare, quì abbiamo trovato e raccolto tante fragoline di bosco, da quando le abbiamo fatte assaggiare a Sofia, ne è ghiotta .

…….basta poco per far felice un bambino, un boschetto, qualche piantina di frutta mamma e papà complici ed il gioco è fatto!
Ora dobbiamo proprio andare, questa sera in albergo si cena presto perchè si festeggiano i 10 anni di soggiorno vacanziero di una coppia di Signori. Ci sarà cena tirolese e musica con il più anziano suonatore di fisarmonica dell’ Alto Adige. Domani partiremo da questo posto da favola, la nostra prossima tappa sarà nel paese di San Vigilio di Marebbe, molto conosciuto come meta invernale per gli appassionati di sci, dove quì trovano il comprensorio sciistico Plan de corones.
Vi segnalo altre zone dove poter ammirare le piramidi di terra :
A Terento ci sono piramidi generate da una grande frana e non in epoche remote, bensì nel secolo scorso , a Segonzano in val di Cembra , nell’altopiano di pinè dove gli abitanti della valle le chiamano “gli omeni di terra”.

Dove dormire
Hotel Rinner Via Costalovara, 7 Soprabolzano-Renon Tel 0039 0471 345156 http://www.hotel-rinner.it/
Cosa comprare
Miele: Il propietario dell’Hotel Rinner produce Miele Biologico, presso l’hotel è possibile quindi acquistarlo ed avere informazioni per una visita durante la smielatura.

Visitando i siti http://www.familienhotels.com/ e http://www.familyhotels-rinnen.com/ avrete informazioni sugli Hotel ed Agriturismi che che offrono servizi di vario genere per famiglie con bambini.

Potrebbero interessarti: