Viva i mirtilli neri dell’appennino!



“L’oro nero del Frignano”, così sono chiamate sull’appennino modenese le piccole bacche blu di mirtillo.
E’ un prezioso prodotto del territorio, che c
resce spontaneo nel nostro Appennino. I rotondi e dolci frutti di mirtillo hanno tantissime proprietà ,sono astringenti, tonici e depurativi . Si racconta, che durante la seconda guerra mondiale, anche i piloti della flotta aerea inglese, ne facessero incetta per migliorare le loro capacità visive di notte, e nel medioevo le bacche venivano utilizzate per tingere i tessuti.
Questo frutto ha moltissimi usi
e fà parte della tradizione di molti paesi, in Irlanda e Scozia per esempio, da sempre si celebra la “domenica del mirtillo”, uomini, donne e bambini percorrono boschi e campagne alla ricerca delle bacche che serviranno a preparare crostate, confetture e sciroppi. In america in varie regioni in agosto si tengono blueberry festival.
Nel nostro appennino nel mese di agosto, in concomitanza con la sua maturazione, sono molti gli eventi a lui dedicati. Nelle bancarelle di prodotti tipici, allestite nei borghi dei paesi, è possibile acquistare i mirtilli freschi per farne marmellate, liquori, sciroppi o genuine merende a base di mirtilli freschi e yogurt, Sofia ne è ghiotta!
A noi piace molto andarli a raccogliere
nei boschi, c’è più soddisfazione.
Si torna
a casa stanchissimi ma con il cestino pieno di profumatissimi tesori del sottobosco.Quest’anno però abbiamo acquistato una cassettina di mirtilli alla festa del mirtillo di Fanano (Mo) e poi una volta tornati a casa, abbiamo preparato della buonissima marmellata.
 Ecco i nostri vasetti confezionati con l’etichetta disegnata da S.

Mia nonna che era bravissima a fare marmellate e confetture, quando ero bambina mi raccontava che, perchè la marmellata diventi ancora più buona, bisogna farla riposare in un’ambiente fresco e chiusa in vasetti sottovuoto per almeno un mese, ma noi non abbiamo resistito…………..

Marmellata di mirtilli


cosa serve:

2 kg di mirtilli neri dell’appennino
250 gr. di zucchero
1/2 limone spremuto
vasetti di vetro sterilizzati
come si prepara:
Lavare bene i mirtilli ed asciugarli delicatamente, metterli in un tegame largo, aggiungere lo zucchero e far bollire a fuoco lento per circa 1/2 ora. Spegnere e lasciare riposare e raffreddare la marmellata. Il giorno dopo, aggiungere il succo di mezzo limone e riportare a bollore la marmellata, far cuocere sempre a fuoco basso per un’altra mezz’ora. Riempire i vasetti di vetro precedentemente sterilizzati, quando la marmellata bolle ancora. Chiudere immediatamente i vasetti riempiti con la marmellata e lasciarli coperti con un canovaccio fin quando non si saranno raffreddati.

Dove trovare ed assaggiare i mirtilli dell’appennino
Festa del mirtillo
Fanano provincia di Modena, 27-28 Agosto 2011
Abetone, 5-6-7 Agosto 2011

Potrebbero interessarti: