Ricordi di viaggio: le conchiglie

Ricordi di viaggio: le conchiglie

Sapevate che gli antichi Romani utilizzavano una specie di conchiglia come tromba da battaglia  e che i cauri ( syprea Spadicea), sono delle piccole conchiglie di forma simile ad un chicco di caffè ma più grande, che per mille anni è stata la moneta più diffusa ed utilizzata in tutta l’Africa,  per molti popoli dei caraibi le conchiglie sono le case degli spiriti ed esiste un tipo di conchiglia  che è addirittura capace di produrre perle rarissime. Quante curiosità e segreti sono racchiusi in una semplice bivalva, un giorno o l’altro mi piacerebbe approfondire con le mie bimbe questa affascinante scienza  chiamata  malacologia.  Per il momento ci limitiamo a cercarle e raccoglierle ,nei nostri viaggi ne abbiamo raccolte veramente tante varietà da poterne fare un museo come aveva fatto il tronchetto Kubbe ! Una delle cose meravigliose del viaggiare o dal muoversi anche solo di poco da casa è che si posso trovare tanti tesori, sassolini, rametti, foglie o come in questo caso conchiglie.  A mio avviso sono i più bei souvenir di viaggio.

la nostra collezione di conchiglie

la nostra collezione di conchiglie

In riva al mare se ne possono trovare  tanti tipi, giganti, piccolissime, se siete molto fortunati fossili

fossili puerto madryn

fosssili di conchiglie a Punta Ninfas, Patagonia

 

o dalle forme più eleganti a quelle più particolari come le conchiglie che abbiamo trovato sulla costa di Barcellona qualche settimana fa’,

conchiglie con buchino

conchiglie con il buchino, pronte all’uso!

la maggior parte aveva uno strano buchino ed in questi giorni presa dalla curiosità mi sono documentata scoprendo che il foro è provocato da un altro mollusco, precisamente un  CASTEROPODE come ad esempio il Murice, che riesce a forare lo spesso strato di carbonato di calcio, di cui sono fatte le conchiglie, servendosi della lingua. Una volta creato il buco d’ingresso, il predatore letteralmente succhia la preda.  Sono utilissime perchè  già pronte da essere utilizzate per una collanina o braccialetto.

Queste bellissime , hanno la madreperla all’ interno mentre all’esterno hanno infinite sfumature , le avevamo raccolte durante il nostro viaggio in Argentina, al ritorno erano state riposte di fretta in un sacchetto ma in questi giorni le abbiamo ritirate fuori , le abbiamo ripulite , ammirate,  e riposte nei nostri amati barattoli di vetro . Avete notato che quando le conchiglie sono bagnate assumono colorazioni differenti e spesso molto più belle di quando sono asciutte?

cochiglie madreperlate

E le conchiglie con il buchino? volete allora sapere cosa ne abbiamo fatto?

Abbiamo preso un cordicino colorato ed elastico e una ad una Sofia le ha infilate, tra una conchiglia e l’altra per farle stare più ferme abbiamo fatto un nodino,circa a metà abbiamo inserito una perlina sagomata, lo abbiamo chiuso con un bel nodo ed ecco pronto  un delizioso braccialetto  di fine estate. ( attenzione, come potete immaginare è delicato).

shell bracelet

un braccialetto come ricordo dell’estate passata

 

Ti potrebbe anche interessare:

Giocare con la natura: il museo delle foglie cadute

 

 

Potrebbero interessarti: