CHRISTMAS TIME IN GAMLA STAN

CHRISTMAS TIME IN GAMLA STAN

 

Arriviamo in quest’isola pedonale chiamata Gamla Stan (città vecchia), su cui i Vichinghi costruirono la prima fortezza,mentre c’è quasi una bufera di neve,non sappiamo se sia stata una buona decisione visitare il cuore di stoccolma in questa giornata, ma ci facciamo coraggio e a fatica spingiamo il passeggino con sofia a bordo avvolta in un caldo sacco di piuma. Sofia però è al settimo cielo dalla felicità alla vista di così tanta neve tutta in una volta, ed allora ci facciamo contagiare e cominciamo a scherzare e ridere, facendo cose buffe nella neve.


Quì è il punto in cui Stoccolma nacque più di 700 anni fa, la minuscola cittadina circondata da mura s’ingrandì a poco a poco, bonificando altro terreno e divenne sempre più maestosa.

Dalla metà del 19° alla metà del 20° secolo però Gamla Stan era considerata un bassofondo della città, molti edifici storici furono lasciati in rovina. Dalla fine degli anni 70 però fortunatamente, grazie anche a significativi lavori di salvaguardia della sua architettura medievale e Rinascimentale,Gamla Stan è diventata un punto d’attrazione molto forte.
Ha smesso di nevicare, e fin quando c’è un poco di luce decidiamo di fare un giro per i negozi che espongono oggetti creativi o di design svedese, oggetti d’arredo in stile svedese contemporaneo ma ispirati alla tradizione, in paricolare questo ha un’entrata molto invitante e di gran gusto estetico….


dopo aver acquistato qualche oggetto, da regalare o da conservare come ricordo di questo bellissimo viaggio, siamo attirati dall’entrata di questo grazioso e minuscolo caffè, quì servono piatti tipici svedesi, e non solo.

La curiosità ora è tanta, di arrivare finalmente alla piazza principale della città vecchia.
Gamla Stan si rivela composta di stretti vicoli medioevali,silenziose piazzette, vie tortuose dove vi sono antiche e polverose bottegucce o botteghe di antiquari e gallerie d’arte.


Ci siamo avventurati nei piccoli vicoli più interni, ed abbiamo scoperto una città quasi inalterata nel tempo, al n. 80 di Prastgatan sbuca il vicolo più stretto, il Marten Trotzigs Grand. Qua e là notiamo finestre molto basse le cui persiane si aprono per formare dei piani di appoggio, in memoria dei tempi passati. Infatti l’isola nel XVII sec. contava 700 mescite di bevande, era uso concedere alle vedove di guerra la licenza di aprire l’equivalente dei nostri bar. Quì l’unico rumore era quello dei nostri passi , la neve scricchiolava sotto le nostre scarpe…..in questo silenzio mi tornano in mentee i racconti che adoro di H.C. Andersen…..

“Di sera, nelle strette vie della grande città, quando il sole tramontava e le nuvole luccicavano come oro, in alto tra i comignoli, si sentiva, ora venire da destra, ora da sinistra, uno strano suono, come il rintocco di una campana, ma lo si udiva solo per un momento, dato che c’erano un tale baccano di carrozze e un gran vocio che davano molto fastidio. «Suona la campana della sera» si diceva «ora cala il sole.»”Hans Christian Andersen

 


Percorrendo uno di questi stretti viottoli, compare all’improvviso davanti ai nostri occhi questa affascinante piazza…..

Al centro della città vecchia si trova Stortorget ,una grande piazza dove nel 1520 fu teatro del cosiddetto “bagno di sangue” ad opera di Cristiano II di Danimarca. Vi fece decapitare più di 80 nobili svedesi, accusati di appoggiare il movimento nazionalista di Sten Sture. In questa magnifica piazza circondata da alte case del XVII-XVIII sec. con singolari frontoni sagomati, nel periodo natalizio c’è uno dei più suggestivi mercatini di Natale di Stoccolma, da un momento all’altro mi aspetto di vedere sbucare da dietro l’angolo qualche personaggio delle fiabe . Sopra di noi antichi palazzi con finestre illuminate, come occhi spalancati ad osservare la gente che ride e si diverte tra una tazza di glogg caldissimo ed attraverso i vetri si scorge la vita di famiglie raccolte intorno a tavole imbandite.


Ci sentiamo in pieno spirito natalizio ma la neve ha ricominciato a scendere intensamente, forse è giunto il momento di tornare in albergo, una doccia bollente ci riscalderà prima di affrontare una cena in un ristorante tipico.
Cose da non perdere a Gamla Stan:

Oltre al mercatino di Natale in Dicembre a Gamla Stan c‘è il castello reale che occupa la parte nord della città vecchia,( la famiglia reale non abita più quì).


Il cambio della guardia che avviene alle 12.15

(13.15 domenica e giorni festivi)

Mercatino di natale in Gamla Stan: Stortorget, tutti i giorni dalle 11 alle 18, dal 27 nov. al 22 dic.

Mangiare, bere, shopping & Co. in Gamla Stan:

Cafè Kaffe och Annat Osterlanggatan, 9 tel: 0046 08 23 74 00 http://www.kaffeochannat.se/
BORTOM BERGEN Oggetti d’arredo della stilista Ingela westergaard
Osterlanggatan 24, tel 0046 08 203638 http://www.bortombergen.se/ orario: 11-18, sab. 11-16, dom. chiuso

NOTIZIE UTILI PER VISITARE STOCCOLMA CON I BAMBINI:

Stoccolma è a misura di bambino in ogni particolare, musei pensati per i più piccoli, ristoranti con menù studiati appositamente, inoltre Stoccolma ha moltessime cose per far divertire i bambini.

TOP TEN

Skansen, quì si può ammirare la Svezia in miniatura con ricostruzione di edifici storici svedesi.

Vasa museum

Junibacken,un fiabesco parco divertimenti e la casa di pippi Calzelunghe

I mercatini di Natale

Kulturhuset dove i bambini di qualunque età possono leggere libri e giocare

Gamla Stan, la città vecchia

Palazzo reale ed il cambio della guardia

Vetrine dei grandi magazzini NK con l’allestimento natalizio

Hellasgarden a una ventina di minuti da Slussen http://www.hellasgarden.se/

Stoccolma in bicicletta , grazie all’ottima rete di piste ciclabili, visitare la città su due ruote è comodo e sicuro. Sono disponibili diversi noleggi di biciclette in tutta la città. http://www.stockholmcitybikes.se/ , http://www.rentabike.se/ , http://www.gamlastanscykel.se/ cartine e guide ciclistiche si acquistano a Kart Centrum Vasagatan 16 tel 8 4000697

Potrebbero interessarti: