Come fotografare i bambini in vacanza: in montagna

Come fotografare i bambini in vacanza: in montagna

Eccoci oggi al secondo appuntamento per come migliorare le foto dei nostri bimbi in vacanza! La settimana scorsa abbiamo visto pochi, semplici consigli per migliorare le foto al mare, molti dei consigli possono valere anche in montagna! Anche in montagna difatti vale la regola di osservare la luce:

Se siete in un bosco fate attenzione agli spiragli di luce prima di fotografare, i raggi che fanno capolino tra le fronde potrebbero causare delle antiestetiche macchie di sole sul viso. Cercate di fare in modo tale che il bimbo si trovi all’ombra ma vicino e in direzione della sorgente di luce in modo tale da sfruttare l’illuminazione naturale (o meglio ombra aperta) senza però creare macchie.

 Luce negli occhi blog

Gli occhi in questo caso riflettono la luce … illuminandosi naturalmente e non usando nessun trucco photoshop!

La montagna è stupenda, offre dei paesaggi meravigliosi sfruttatela quindi! Fate in modo che i prati, gli alberi, i fiori creino una scenografia da favola.

E qui vi dò un suggerimento compositivo: provate a non mettere il bambino al centro della composizione bensì a decentrarlo.

Questo trucco si rifà alla regola dei terzi, una delle regole basi della composizione, secondo la quale il soggetto non dovrebbe mai trovarsi al centro della foto. 

Si applica dividendo idealmente l’immagine in tre parti uguali, sia verticalmente che orizzontalmente, in modo da creare una griglia come questa:

 terzi-griglia

Gli elementi a cui vogliamo dare maggior risalto vanno posti lungo queste linee, anzi l’ideale è fare in modo tale che le parti più importanti della foto siano poste proprio nei punti in cui le linee orizzontali si intersecano con quelle verticali (chiamati punti di forza).

EMMA REGOLA DEI TERZI

SOFIA regola dei terzi

Anche l’I-Phone ha una griglia che vi permette di comporre la vostra immagine seguendo la regola dei terzi. Cliccando sopra la parte vi volete mettere maggiormente a fuoco il gioco è fatto!  Io con la mia reflex scelgo il punto di messa a fuoco (singolo) spostando il cursore sui vari punti a AF e lo posiziono sugli occhi, altri ultilizzano la tecnica del mettere a fuoco al centro, bloccare la messa a fuoco e ricomporre l’immagine. Vedete voi come vi trovate meglio!

In montagna riprendete i vostri bambini mentre osservano un fiore, mentre guardano mucche, o danno da mangiare ai cavalli, o la loro gioia negli occhi se hanno trovato dei funghi, o la faccia stupita se hanno messo un piedino nell’acqua gelida di un ruscello.                                                                                                                                                                                                                        Posizionatevi distanti e coglieteli mentre corrono sul prato

Sui prati

Se andate nei percorsi di agility forest non dimenticate di immortalare la difficoltà che il vostro bimbo in questa impresa

Agility 1

Agility 2

A volte poi si dice al bambino “Ti faccio una foto” e il bimbo, se siete fortunati ad avere un bimbo collaborativo, si mette dritto in piedi con le braccia lungo i fianchi … vero?

Anche a voi questo tipo di foto non convince?

Allora guardatevi attorno e cercate di suggerire delle posizioni naturali ma comunque un po’ più interessanti!

Sfruttate gli alberi 

appoggiata all'albero copy

Fate raccogliere dei fiori

con fiori

Sofia con i fiori

o lanciate una sfida per vedere se ce la fanno a salire su una roccia (sempre facendo ben attenzione alla sicurezza del bimbo!!!)

Sulla roccia

o fatelo salire su uno steccato 

Sullo steccato

Spero che anche questi consigli vi possano aiutare durante le prossime vacanze in montagna e non dimenticate di passare di qui la settimana prossima per i consigli sulle vacanze in città!

 

Autrice della rubrica “come fotografare i bambini in vacanza”, Cinzia di unamammaperfotografa

Potrebbero interessarti: