Giocare con la natura :Il museo delle foglie cadute

Giocare con la natura :Il museo delle foglie cadute

Questo è senza ombra di dubbio il periodo ideale per passeggiare nei boschi insieme a tutta la famiglia, per raccogliere castagne, funghi, foglie cadute ed osservare insieme ai bambini il meraviglioso mutare delle stagioni.

La natura però è vita, è gioco,

castagne selvatiche

sperimentazione, osservazione ed esplorazione come il toccare la corteccia o il tronco di un albero,

tocchiamo il legno

è apprendimento, come  riconoscere l’età di un albero,

età dell'albero

il nome di un tipo di foglia o la sua forma.

foglia di Tiglio

 

Quindi anche una semplice uscita in un bosco o in un parco , oltre ad essere un momento di svago e di gioco può trasformarsi in una bella esperienza educativa.

Parco Formigine percorso botanico

Trasformare una passeggiata qualsiasi in una passeggiata memorabile è molto facile, perchè  la natura è anche magia. Cè qualcosa di magico anche in una piccola foglia caduta dall’albero del nostro giardino, quella foglia può raccontare tante storie, avete mai pensato di raccoglierla  ed ascoltare insieme ai bambini  la sua storia?

Anche le foglie possono essere dei ricordi di viaggio, delicati tesori con cui creare un piccolo museo delle foglie cadute che nel corso del tempo, degli anni, nei vostri viaggi, nelle gite domenicali , avete trovato e raccolto insieme ai bimbi . I contenitori dove esporre le vostre foglie possono essere svariati, riposte in una vecchia scatola da scarpe, appese alla parete in un quadro… Noi abbiamo pensato di realizzare un libro per poterlo portare con noi nei viaggi autunnali.

 Attenzione dunque, silenzio, state entrando nel nostro museo….

museo delle foglie cadute libro

foglia caduta di ginkgo biloba

foglia caduta di storace americano

prepariamo il museo delle foglie cadute

libro foglie cadute pagina int

 

Curiosità:

La nostra passeggiata alla ricerca di foglie cadute ed altri tesori da scoprire è stata  fatta al giardino storico di Villa Gandini a Formigine (Modena) . E’ possibile richiedere il pieghevole con la mappa del percorso botanico “alberi magici”  nel vicino Centro di Educazione Ambientale ” Il Picchio “.  Il percorso di Villa Gandini ,permette di incontrare tante varietà di alberi, tra cui il rarissimo ginkgo biloba , ritenuto l’albero di origine più antica ancora vivente e già c’era quando le terre emerse erano ancora percorse dagli enormi dinosauri.

Per informazioni:
Centro di Educazione Ambientale ‘Il Picchio’
Barchessa Mario Bertolani c/o Parco di Villa Gandini
via S. Antonio, 4/a, Formigine (MO)
tel. 059.7470111, fax 059.7470112
ceailpicchio@comune.formigine.mo.it

Per creare il nostro museo delle foglie cadute ho preso spunto da un  libro della collana “Piccoli musei sentimentali”,   nel quale  Antonio Catalano guida nella lettura di piccoli grandi prodigi quotidiani spesso invisibili ai nostri occhi distratti: le foglie cadute, i fiocchi di neve, le nuvole, il vento.….Un gioco ma anche un racconto, un invito a guardare, ad ascoltare, ad ammalarsi di meraviglia, consigliatissimo!

Il museo delle foglie cadute,  è un piccolo libricino formato 16×16 Pubblicato da Edizioni Artebambini Bazzano

Ti potrebbe anche interessare:

Ricordi di viaggio: le conchiglie

Potrebbero interessarti: