Alsazia, cosa vedere con mamma e papà

Alsazia, cosa vedere con mamma e papà

Seppur così piccola, l’Alsazia è una regione che ha molto da offrire, un meraviglioso fazzoletto di terra che  va assaporato lentamente, come si deve fare con un bicchiere di buon vino , gustando ogni particolare, fermandosi in ogni piccolo villaggio che compone la splendida route des vins, la famosa strada dei vini d’Alsazia che attraversa la regione da nord a sud.

uno scorcio d'Alsazia

L’Alsazia è una regione davvero fiabesca  e partendo da Muhlhouse  proseguendo poi verso nord fino a Strasburgo è bella tutta e tante sono le cose da vedere con i bambini, noi avevamo quattro giorni a disposizione ed abbiamo deciso di percorrere  la strada dei vini , visitando alcuni villaggi e soffermandoci un pochino di più in alcune tappe .

Come dicevo l’Alsazia è una regione che ha dimensioni molto ridotte questo consente di poterla visitare in un weekend lungo o al massimo  in 4/5 giorni . Per lo stesso motivo potete tranquillamente avere una base fissa muovendovi poi ogni giorno on the road , noi  ad esempio abbiamo soggiornato a Colmar in un hotel a due passi dalla Petit Venice con un buon rapporto qualità prezzo . Questo ci ha dato la possibilità di visitare Colmar a piedi senza dover spostare l’auto ed ogni sera poter cenare in centro e ritornare poi comodamente in hotel in pochi minuti.

Fin dal primo giorno abbiamo tralasciato l’autostrada ed abbiamo imboccato invece la Route des Vins .  La strada dei vini d’Alsazia è stata istituita nel 1953 è un itinerario di 170 chilometri da Marlenheim fino a Thann, attraversa incantevoli villaggi medioevali con splendide case a graticcio , vigneti e tantissime aziende vinicole che potete visitare , degustando i loro prodotti e fare deliziosi acquisti. Se viaggiate con i bambini ci sono invece diverse tappe assolutamente imperdibili, come ad esempio Kaysersberg.

Kaysersberg

Kaysersberg  si incontra ad appenda 10 chilometri da Colmar , uno splendido villaggio dai tetti rossi spioventi , circondato da colline coltivate a vigneti ed attraversato dal fiume Weiss, impossibile non notare sulla sommità della collina una splendida torre visitabile e le rovine di quello che fu certamente un meraviglioso castello .

tetti di Kayserberg, Alsazia


Castello di Kayserberg
Potete fare una passeggiata nella città vecchia, presso l’ufficio turistico è disponibile la mappa e delle audioguide per visitare la città ( non credo per i bambini), oppure potete fare una comoda passeggiata tra i vigneti che circondano il paese ed arrivare fino ai resti dell’imponente Chateau de Kaysersberg, a piedi ci vorranno circa 10/15 minuti ed è fattibile anche con il passeggino, davvero incantevole la passeggiata anche se in questo periodo dell’anno le vigne sono spoglie, immaginatevi in autunno quando si accendono di mille caldi colori e traboccano di grappoli dorati o violacei . Se non avete “problemi di passeggino ” potete optare per la ripida scalinata che dal centro del paese raggiunge la torre del castello. La visita alla torre è gratuita.

Riquewihr

Subito dopo Kaysersberg proseguendo verso nord si incontra il fiabesco villaggio di Riquewihr

Riquewihr Alsazia

torri medioevali a Riquewihr

E’ circondato da mura medioevali ed il centro è completamente pedonale, quì le case a graticcio non si contano e sono una più bella dell’altra . Tappa imperdibile per i bambini è la visita alla Maison de Hansi, un negozio- museo del famoso illustratore alsaziano Jean-Jacques Waltz, ma da tutti chiamato Hansi.  Da queste parti è famosissimo e le sue illustrazioni che ritraggono la vita in Alsazia di fine ‘ 800, le trovate ovunque, anche sui piccoli bicchieri da vino con il calice verde .

Illustrazioni Hansi Alsazia

Molto simpatiche anche le cartoline per inviare dei saluti ai nonni o agli amici .Cartoline dall'Alsazia

Link

Musee hansi

Lasciata Riquewihr una tappa obbligata che si incontra dopo solo un paio di chilometri è Hunawihr .

Hunawihr

Hunawihr è un tranquillo villaggio racchiuso da mura medioevali famoso soprattutto perché quì si trova il Centre de Rèintroducion Cicognes e Loutres cioè un centro in cui viene reintrodotta e salvaguardata la lontra e la Cicogna bianca, da sempre uno dei simboli d’Alsazia . Un luogo davvero imperdibile dove potrete entrare in contatto diretto con questi splendidi animali e poterli osservare da molto vicino. A breve un post con la nostra giornata al parco ed i consigli per la pausa pranzo con i bambini.

Parco delle cicogne e delle lontre Alsazia

Cicogne a Hunawihr

Link

Parco delle Cicogne e delle Lontre

Altra tappa da considerare nel vostro itinerario lungo la Route des Vins è la caratteristica cittadina di Ribeauvillé , appena dopo Hunawihr da cui dista solo 1 chilometro verso nord.

Ribeauvillé

Casa dei menestrelli Ribeauvillé

Simbolo di questo delizioso borgo è un Pifferaio, i bambini si divertiranno a cercare questa figura che si ritrova sulle insegne dei negozi e in molte statue . Mentre gironzolate tra le stradine cercate anche la Pfifferhus, la casa in cui un tempo vivevano i menestrelli della città e raccontategli la leggenda del re dei menestrelli.

“Nel medioevo,  un ricco signore di Ribeauvillé, donò delle monete ad un povero pifferaio disperato per aver perso il suo strumento . Il Pifferaio qualche giorno dopo si recò al castello del ricco benefattore accompagnato da un corteo composto da tutti i possibili artisti ambulanti dell’epoca ed in segno di gratitudine, lo nominarono re dei menestrelli .” Da allora ogni anno la prima domenica di settembre  a Ribeauvillé si tiene la Pfifferdaj . Una grande festa con musica , artisti di strada, balli folkloristici ed una grande sfilata in costume d’epoca, è la più antica festa alsaziana.

La montagna delle scimmie

La montagna delle scimmie Alsazia

Una delle attrazioni più particolari ed inaspettate di questa regione è la montagna delle scimmie, un fantastico parco immerso in un bellissimo bosco appena sopra Kintzheim , dove una colonia di macachi sono liberi di muoversi, e dove possono essere osservati mentre giocano, mangiano, si arrampicano , dormono….

Come nel caso delle Cicogne e delle Lontre anche questo parco è stato creato per studiare e proteggere questa specie a rischio di estinzione . Per la gioia dei bambini  all’entrata del parco vengono distribuiti dei pop-corn che è possibile dare da mangiare alle simpatiche scimmiette. Tappa assolutamente da non perdere! A breve un post con la nostra esperienza al parco.

scimmie a Kintzheim

Link

Montagne des Singes

Per ora mi fermo qui anche perché rischierei di annoiarvi con un post più lungo, ma l’Alsazia è molto di più e ci sono davvero tante altre cose da poter fare e vedere, tutte a misura di famiglia , dalla citè du train a Mulhouse , a Strasburgo con la Cattedrale di Notre-Dame, il museo della scienza, I Ponts Couverts, un giro in barca nei canali di Colmar, Il Parco del Piccolo Principe a Ungersheim , l’incredibile labirinto di Ribeauvillé e poi natura tanta natura dove passeggiare o pedalare scoprendo questo fazzoletto di terra lentamente.

POTREBBE ANCHE INTERESSARTI:

MINI GUIDA DI BARCELLONA, COSA VEDERE CON MAMMA E PAPA’

Potrebbero interessarti: