Montreux, la casa di Babbo Natale

Parte da quì il nostro viaggio attraverso la Svizzera alla scoperta dei suoi mercatini di Natale, e per capire come viene vissuto l’Avvento in questa piccola e bellissima nazione.

Non a caso Montreux è chiamata la Regina della Riviera Svizzera ed  il suo lungolago è considerato tra i più belli della Svizzera, tanto da ispirare anche Freddie Mercury nella sua canzone “This must be Heaven”!
Sulle rive del lago di Ginevra ogni anno viene allestito uno dei mercatini di Natale più suggestivi della Svizzera. Arriviamo al mercatino il Venerdì sera è purtroppo piove e ci sono circa 2° ma……
il giorno seguente rimaniamo incantati da questo mercatino.


Ci attendono circa 150 chalet di legno illuminati e decorati come la migliore tradizione natalizia,

tutti da vedere e da scoprire, molti offrono specialità gastronomiche della regione, la particolarità è che alcuni hanno a fianco uno spazio allestito ed arredato come fosse una piccola accogliente baita, con sedie e tavolo tutto rigorosamente in legno, dove ci si può accomodare ed assaggiare quello che di meglio hanno da offrire.


I profumi si mescolano e ci rincorrono gli odori di salsiccie,cioccolato, raclette, di cidro di mele caldo con calvados e te del boscaiolo, dobbiamo fermarci ed assaggiare , è troppo invitante!

Raggiungiamo il cuore del mercatino dove c’è un’enorme albero addobbato a festa

dall’altro lato la capanna dei boscaioli,


una robusta costruzione in travi di legno, all’esterno un grande paiolo sopra ad un fuoco scoppiettante invita ad entrare i passanti, la curiosità è davvero tanta….. all’interno l’ambiente è caldo ed avvolgente viene servito vino e cibo semplice.

Proseguiamo la nostra visita ed arriviamo alla zona coperta del mercato


quì ci sono altri posti dove è possibile assaggiare specialità locali come la fondue e la raclette, in questa zona c’è l’ospite di quest’anno del mercatino, il Canada,

c’è addirittura una tenda dove è possibile entrare e scaldarsi, oppure conversare accovacciati al calore del fuoco. Sopra a questa zona c’è un soppalco dove è stato allestito un laboratorio per produrre le candele e i biscotti.


I bambini che lo vogliono, possono cimentarsi in queste lavorazioni. Sofia non ci ha pensato due volte ed ha iniziato ad impastare, infarinare il tagliere e poi a ritagliare biscotti…. tra le risate delle persone presenti……

i suoi biscotti sono poi stati cotti nel forno e le è stato preparato un pacchettino da portare a casa.


Non vi ho ancora detto che questa mattina avevamo fatto un’altro entusiasmante viaggio, con partenza dalla stazione ferroviaria di Montreaux, destinazione Rochers-de-naye, la casa di Babbo Natale, gli Svizzeri lo chiamano “le train du Pere Noel”.
Siamo arrivati in stazione di buon ora ma alla biglietteria ci hanno dato una cattiva notizia, il nostro treno era stato sospeso momentaneamente dalla troppa neve sui binari, OH-HO !!…. quindi saremmo dovuti partire due ore più tardi. Dopo qualche minuto di consultazione, abbiamo deciso di visitare il castello di Chillon, appena fuori dal centro di Montreaux.


Il tempo di attesa è così trascorso velocissimo e siamo potuti finalmente partire per il nostro magico viaggio in treno.

Il percorso dura un’oretta ed è indimenticabile, il trenino parte in una ripida salita e solo dopo pochi minuti si gode un panorama spettacolare sul lago di lemano poi si attraversano boschi fitti ed innevati, quà e là si incontrano casette solitarie che sembrano uscite da un presepe infine , si raggiunge la vetta della montagna sopra Montreux ad un’ altezza di 2032 m.

L’arrivo alla minuscola stazione di Rochers-de-naye è accolto con esilarante entusiasmo da Sofia che non sta più nella pelle dalla felicità! Salta e canta e a stento riusciamo a tenerla……

Scendiamo dal trenino e mentre altre famiglie si dirigono al piccolo ristorante noi non possiamo fare altro che accontentare la piccola dirigendoci subito alla visita di Babbo Natale. Si attraversa un lungo tunnel scavato nella roccia decorato da migliaia di lucette,

circa a metà strada per la gioia dei bimbi c’è una famigliola di orsi polari ,

in lontananza si sente una musica dolce ed invitante, man mano che ci avviciniamo la musica si fà più intensa, ed ecco la casa di Babbo Natale finalmente.

Sulla sinistra c’è una porticina con scritto “UFFICIO”, oggi Babbo Natale riceve i bambini direttamente nel suo ufficio…..

Scambia qualche parola con il bambino di turno poi lo prende in braccio, vengono scattate le fotografie di rito, ed un elfo dà ad ogni bambino un certificato che attesta che in questa giornata ha conosciuto Babbo Natale in persona!
Sofia dopo giorni e giorni che se ne parlava, dopo un’ora di treno, dopo 15 minuti di galleria e tanto ma tanto entusiasmo iniziale……arriviamo al cospetto di BABBO NATALE e Sofia cosa fa?…..comincia a piangere!

impaurita da questo omone dalla barba lunga e bianca, decidiamo allora di riprovare dopo aver pranzato.
Così è stato, e la seconda volta Sofia era contentissima, abbiamo anche fatto una foto con l’elfo aiutante di Babbo natale…e si è fatta dipingere il viso.



In questa nostra prima tappa abbiamo imparato tante cose, scoperto posti meravigliosi ed inaspettati ed abbiamo anche conosciuto una persona davvero unica e per noi molto ospitale, le ho promesso che avrei parlato di lei, ma lo avrei fatto comunque perchè noi ci siamo davvero trovati come a casa.

Si chiama Myriam ed è la proprietaria di un B&B a Blonay, un paesino che dista 5 km da Montreaux, arroccato su una collina coltivata a vigneti.
Nei nostri due giorni a Montreux abbiamo soggiornato presso di lei e ne siamo rimasti entusiasti, tanto da consigliarlo anche a voi.
Myriam parla anche l’Italiano e sebbene dica che lo capisce bene ma non lo parla, noi la capivamo benissimo.
Vi attendono delle camere arredate in stile provenzale accoglienti, confortevoli e pulite

i bagni sono ampi ed inoltre Myriam nonna di 4 nipoti ha un’attenzione particolarte per i bambini. A Sofia ha fatto trovare un lettino da campeggio, e svariati giochi.

Al mattino il buongiorno sarà nel tavolo della cucina della padrona di casa e la colazione è ricca, anche di prodotti locali come formaggio e marmellate……
Questa straordinaria signora ha oltretutto vinto il primo premio come miglior sommelier della Svizzera nel 1987 e terza come miglior sommelier d’Europa nel 1994, insegna ed ha scritto un libro “La dégustation revue et corrigée” .
Arrivederci alla prossima tappa, percorreremo la strada da Montreux a Lucerna passando da Gruyeres, Friburgo, ed una breve sosta a Zurigo……
Informazioni pratiche:
per raggiungere Montreaux
Dall’Italia è possibile raggiungere Montreux passando il colle del Gran San Bernardo. Qui di seguito son riportate le distanze da alcune città italiane.
Da Torino: 234 km
Da Cuneo: 247 km
Da Milano: 300 km
Da Genova: 366 km
Dove dormire
B&B Myriam broggi-Praz
Chemin du Signal 39 A
1807 Blonay
Tel/Fax 021 921 18 91 Mobile 079 412 65 09
 
Mercatino di Natale a Montreux
Tutti gli anni, dalla fine di novembre al 24 dicembre, lungo le rive del lago Leman prende vita il Mercato di Natale di Montreux con i suoi 150 chalet addobbati e illuminati
Edizione 2014 : dal 21 novembre al 24 dicembre
Orari:
Lunedi -Giovedi: dalle 11.00 alle 20.00
stand gastronomici fino alle 22.00 
Venerdì: dalle 11.00 alle 22.00
stand gastronomici fino alle 23.00 
Sabato dalle 10.00 alle 22.00
stand gastronomici fino alle 23.00 
Domenica dalle 10.00 alle 20.00
stand gastronomici fino alle 22.00

MERCATINO DI NATALE PER I BAMBINI

Villaggio di Natale

Aperto tutti i giorni dal 21 novembre al 24 dicembre 2014

dalle 10.45 a 19.15, tranne il lunedì e il martedì (apertura speciale lunedì 22 dicembre e martedì 23 dicembre!)

I folletti di Babbo Natale accoglieranno festosamente i bambini con giochi e animazioni sia ludiche che istruttive. Ci sarà anche Snick il clown per la gioia di tutti i piccini.

il laboratorio di Babbo Natale è il Regno dei bambini. Qui si possono confezionare dei piccoli doni da sistemare sotto l’albero di Natale e preparare candele e cartoline di Natale.

Orari d’apertura

Dal mercoledì alla domenica : di 11.00 a 19.00
LUNEDÌ e MARTEDI CHIUSO

Mercatino medioevale:

Al Castello di Chillon
Nei weekend del 6-7 / 13-14 / 20-21 dicembre dalle ore 10.00 alle ore 17.00 (ultimo ingresso ore 16.00). per le vie del castello verrà allestito un bellissimo mercato medioevale in costumi d’epoca, sul sito trovate il programma completo
Informazioni casa Babbo Natale
dal 21 novembre al 24 dicembre, tranne il lunedì e il martedì
ROCHERS DE NAYE
Un treno a cremagliera collega Montreux ai Rochers-de-Naye a 2042 mt di altitudine, dove si ammira la splendida vista sul Lago Lemano e le Alpi Savoiarde, Vodesi, Vallesi e Bernesi.
Ogni stazione e GoldenPass/MOB Tel. : 0900 245 245 (CHF 1.-/Min)
Tel. international : 0041 840 245 245
Per informazioni dettagliate e prenotazioniGoldenPass
Email : info@goldenpass.ch
Tél. : +41 (0)21 989 81 90Sito internet GoldenPass

COSA INDOSSARE: Vi consiglio un’abbigliamento pesante per la visita a Roches-de-naye oppure ancora meglio, da neve.
Post aggiornato in Novembre 2014

Potrebbero interessarti: